Print This Page

Epoca 2017

Epoca 2017

22/23 aprile; Primo meeting epoca a Varano de Melegari

Primo appuntamento e piloti del Paolo Tordi in gran spolvero con vittorie di gara e ottimi piazzamenti. Rocco Tedesco ha colto una bella vittoria in GR 5 classe GP 250 mentre Alberto Peruzzi autore del miglior tempo nelle qualifiche finiva al quarto posto. Gianni Zanoli, terzo tempo in qualifica, primo sotto la bandiera a scacchi e primo in classifica nel Gr 4 classe Vintage Open. A tutti e due le più vive congratulazioni da parte del vostro motoclub. Sempre nella Vintage open la bella prova di Aldo Ghezzo, quarto classificato cui ha fatto da limite la distonia dei settori D 5 e D6 rispetto al tempo di riferimento e ai primi 4 settori; mancava pochissimo per andare a podio. Bravo in ogni caso. Quattordicesimo si piazzava Enrico Zani che non è riuscito negli ultimi quattro giri a mantenersi in linea con quanto fatto vedere nei primi due giri. Ventesimo Roberto Marconi che subiva un tempo di riferimento troppo alto rispetto al suo passo nei sei giri cronometrati; oltre un secondo e mezzo nei primi quattro giri e oltre due negli ultimi due giri. Ventiquattresimo la new entry nella nostra squadra corse Luca Colombo cui facevano difetto specialmente i tempi fatti registrare negli ultimi tre giri. Il gruppo 4 è una specialità in cui si devono coordinare velocità e regolarità e non è impresa facile. Terzo gradino del podio per Marco Giovannini, veloce e regolare, nella Italian Cup. Nella stessa classe sedicesimo posto per Enrico Piraccini, altra new entry, che poteva aspirare ad una classifica migliore se negli ultimi tre giri non avesse lasciato sul campo quasi 4 penalità. Diciassettesimo Maurizio Balzani che poteva vantare un buon tempo di riferimento ma che ha forse preferito usare la gara come allenamento alla gara della SBK 92. Ventiquattresimo Christian De Ascentiis che a fronte di un bel tempo di riferimento lasciava sul campo quasi nove penalità. Ventiseiesimo Federico Bosi che, con un tempo di riferimento di tutto rispetto, lasciava sul campo quasi dieci penalità. Nel Trofeo Vintage Guzzi il nostro Sergio Pasin è stato escluso dalla classifica per aver montato coperture all'incontrario del senso di marcia. Una svista, ma il regolamento parla chiaro. In ogni caso avena fatto vedere un passo decisamente interessante. Nella classe Vintage 500 bella prestazione di Vittorio Giunchi che, dopo prove alla ricerca del miglior setting, portava la sua Honda al settimo posto finale. Bravo. Nella SBK 92 si sono ben comportati Maurizio Balzani e Marco Giovannini che partivano rispettivamente dal quindicesimo e diciassettesimo posto in griglia. Un incidente fermava la gara nelle battute iniziali. Ripartenza con un numero ridotto di giri; sotto la bandiera a scacchi passava quarto Marco Giovannini e sesto Maurizio Balzani. Scarsa fortuna per Massimo Simani che si ritirava nelle fasi inziali. Nella Old Open Cup under quarto posto per De Ascentiis mentre nella Over Ferlini non è riuscito ad andare a punti. Nella classe 2 Strokes Enrico Piraccini si classificava all'undicesimo posto mentre Stefano Giunchi, autore del quarto tempo in prova si è dovuto ritirare in gara per problemi tecnici. Nella Italian Cup ottimo terzo posto per Marco Giovannini e fuori dalla zona punti si classificavano Enrico Piraccini, Maurizio Balzani, Christian De Ascentiis e Federico Bosi. Molte le presenze nel gruppo 3 che hanno richiesto la divisione in due gruppi; questo è un bene per la sopravvivenza in pista della classe. Dei nostri, divisi nei gruppi A e B, tutti molto bravi e veloci ci piace mettere in evidenza le belle prove di Luca Burioli e Luca Lombardi, quest,ultimo alla guida di una bella Honda VFR 400 - NC 30, new entry, che nei due turni svolti abbassavano notevolmente il loro tempo sul giro; stanno imparando in fretta. Altra new entry Luca Paolucci che portava in pista una Benelli 5oo 4 cilindri che purtroppo accusava qualche problema, poi risolto, di lubrificazione; dal poco che si è visto il giovane è veloce e fortemente motovato. Sempre velocissimi Sante the Bike e Emiliano Moretti autori di giri veloci e sverniciatori in sicurezza nei molti sorpassi effettuati. Per i ritardi accumulati nella gare precedenti il terzo turno non si è svolto.

Cesenatico 7 maggio

Manifestazione extra FMI quella che ha rievocato il mitico circuito di Cesenatico. Il percorso di circa un chilometro è stato ben tracciato, con protezioni e misure di sicurezza messe nel posto giusto, piccoli dossi e buche non si sono potuti eliminare ma questo faceva parte del gioco. L'organizzazione è stata efficiente e bene organizzata; qualche piccola pecca non si è riusciti ad evitare ma tutto si è svolto senza alcun incidente. Presente quasi tutto il nostro gruppo 3 e alcuni piloti del 4: alcuni hanno girato forte nei limiti della sicurezza, altri si sono attenuti alle regole di ingaggio. L'organizzazione ha invitato alcune vecchie glorie fra le quali ci piace ricordare Zito, Casamenti e Cola. In particolare è stato molto toccante l'intervista fatta a Zito che ha voluto ricordare alcune sue gare, le vittorie, le moto e i compagni di gara e gli avversari di cui ha riconosciuto il grande valore e la bravura nella guida. Grande spettacolo hanno offerto anche i sidecar sempre esaltanti nelle accelerazione con fumate di gomme e nelle curve fatte in derapata. Molto bella anche la passerella finale di saluto con tutti i partecipanti. In buona sostanza una bella giornata di sport e di passione motociclistica cui ha fatto da corollario un denso pubblico ordinatamente assiepato dietro le transenne.

Varano 12/13/14 maggio

Asi motor show 2017; manifestazione forse unica al mondo, veramente la storia della moto in pista. Un programma notevole con tre turni di prova per ogni batteria, molti campioni presenti e in pista con moto originali, sorvoli arei e sfilate in pista, il tutto accompagnato da un clima veramente ospitale e divertente. Dei nostri piloti i soli presenti erano Gianfranco Antimi e Roberto Cappelli. Il primo ha partecipato alla seconda batteria con una BMW R 63 del 1929 di 750 di cilindrata. Una esperienza notevole di cui il nostro motoclub nell'anno a venire dovrà tener conto per preparare una adeguata partecipazione.

Campionato italiano velocità salita moto epoca 2017

Leccio- Reggello 14 maggio

Gruppo 4 classe 500

Federico Bosi 2° classificato in gara 1 e gara 2 su Kawasaki
Gruppo 4 classe 1000
Alberto Bricchi 2° classificato in gara 1 e 1° classificato in gara 2.
Gruppo 5 500 4T
Federico Bosi 1° classificato in gara 1 e in gara 2
Gruppo 5 Vintage 86
Alberto Bricchi 4° classificato in gara 1 e 4° classifcato in gara 2
Gruppo 5 Vintage 94
Massimiliano Magnani 1° classificato in gara 1 e 1° classificato in gara 2.

Poggio Valle Fredda - Isola di Liri 25 giugno
Gara valida anche per il campionato europeo con 170 piloti iscritti fra i quali austriaci, belgi, svizzeri, francesi; percorso molto veloce e pericoloso con punte, per le moto più veloci, di oltre 180 Kmh. Organizzazione perfetta, allestimento anche di un villaggio piloti con adeguati generi di conforto, un solo incidente grave con intervento di elimedica. Tanta solidarietà fra i piloti, avversari ma anche amici. Un esempio di solidarieta: un barbiere si è reso disponibile a fare la barba a tutti, offerta libera e ricavato devoluto alla moglie e al figlio di un pilota, ancora in coma, vittima di un incidente in gara. Caldo opprimente cui si aggiunge la stanchezza derivante dalla lunga trasferta, il tutto mitigato dalla bella accoglienza dell'ambientazione e dalle performance che ne sono derivate in gara.
Gruppo 4 classe 500
Federico Bosi 2° classificato in gara 1 e 4° in gara 2 (attualmente primo in classifica)
Gruppo 5 500 2T
Federici Bosi 2° classificato in gara 1 e 2
Gruppo 4 1000
Alberto Bricchi 2° classificato in gara 1 e 2 (attualmente primo in classifica)
Gruppo 5 Vintage 86
Alberto Bricchi 6° classificato in gara 1 e 5° classificato in gara 2 ( la sua Suzuki paga un gap di potenza a confronto con moto più recenti)
Vintage 94
Filippo Magnani 2° classificato in gara 1 e 2 (attualmente primo in classifica)
Filippo Magnani anche in Gruppo 3 con Suzuki.

Molino del Pero - Monzuno 16 luglio
Bosi, Bricchi, Magnani tre alfieri del motoclub fedeli alle manifestazioni federali del campionato italiano salita epoca. La strada di Monzuno, dove si è svolta la gara era in passato denominata anche "Sentiero degli dei". Oggi possiano dire che il sentiero degli dei ha trovato le sue divinità. Bosi si è classificato al primo posto in entrambe le manches nel GR 5 500 2 T; Alberto Bricchi è stato terzo classificato in entrambe le manches nel GR4 Vintage 86; Massimiliano Magnani ha completato l'opera classificandosi al primo posto di entranbe la manches nel GR 5 Vintage 94. Nel GR 4 500 Federico Bosi è stato secondo e quinto di manches, mentre la 1000 ha visto la doppia vittoria di Alberto Bricchi. Le gare in salita benchè disputare su brevi tracciati hanno un indice di pericolosità molto elevato; cosa ha convinto i nostri alfieri ad accettare il rischio:<La schiettezza dell'ambiente e il senso di profondo rispetto reciproco e cameratismo che caratterizza tutti i partecipanti>. Parole loro.

Classifiche generali al 16 luglio
Bosi 2° nel GR 4 500
Bricchi 1° posto nel GR 4 1000
Bosi 1° posto nel GR 5 500 2 T
Bricchi 3° posto nel GR 5 Vintage 86
Magnani 1° posto nel GR 5 Vintage 94.

Pesaro 21 maggio
Una manifestazione che richiama un illustre passato quando nel circuito di Pesaro si confrontavano fior di campioni su moto blasonatissime. Oggi una bella rievocazione cui hanno partecipato alcuni nostri soci estimatori del gruppo 3 in particolare. Un bel percorso, non privo di difficoltà con gli organizzatori sempre sul chi vive per invitare i piloti a non esagerare ricordando loro che non si tratta di gara ma di una passerella che deve tener conto della sicurezza loro e del pubblico presente. Hanno preso parte alla amnifestazione Marcello Mastini che portava in pista un fac simile Gilera 500 4 cilindri, Gabriele Ravaglia che ha schiarito la voce ad una veloce 125 motorizzata Tau che qualcuno ha soprannominato "Pierino", Luca Paolucci e Demis Leoni che hanno portato in pista tonanti Benelli 500 4 cilindri, poi Fabio Venturi e Roberto Bolognesi con moto che fino a qualche tempo addietro erano il sogno di tantissimi sedicenni. Un incidente, di conseguenza qualche ritardo organizzativo ha posto termine alla manifestazione. Ai soci del Tordi presenti a Pesaro un sentito ringraziamento.

Vallelunga 20/21 maggio
Nel secondo meeting d'epoca svoltosi al P. Taruffi di Vallelunga i nostri piloti dei gruppi 4 e 5  hanno fatto incetta di coppe che potevano essere forse probabilmente ancora più numerose se la sfortuna non avesse preso di mira Gianni Zanoli, la cui moto si è ammutolita in griglia di partenza, e Maurizio Balzani autore, nelle battute iniziali, di una escursione fuoripista che non gli ha consentito poi di riprendere la gara. Peccato per questi due sicuri protagonisti. Vogliamo anzitutto complimentarci con Enrico Zani, primo nella gara della Vintage Open e autore anche del giro perfetto. Dopo prove che non lo avevano lasciato del tutto soddisfatto, ha deciso di fare tesoro dei consigli dell'esperto (quanto a sfruttamento dei motori) Gianfranco Antimi questa volta in veste di spettatore, e i risultati si sono visti. Nella stessa classe ottimo terzo posto per Roberto Marconi, velocissimo, autore del secondo miglior tempo di riferimento cui ha fatto difetto l'ultimo giro cronometrato del tutto fuori linea e un nono posto per Aldo Ghezzo tanto calmo e affabile in borghese quanto determinato in tuta e casco. Vittorio Giunchi nella Vintage 500 si è ancora migliorato; dopo il settimo posto di Varano è arrivato un bel quintp posto frutto di una gara regolare cui ha fatto difetto in D4 moltodissonante rispetto al suo giro di riferimento. Nella classe 2 Strokes Stefano Giunchi autore del terzo tempo in prova e con il miglior giro di riferimento è stato terzo anche in gara con la sua Suzuki 250. Undicesimo posto per Enrico Piraccini che non è riuscito, se mai voleva, ad essere regolare ed in linea con il riferimento. Nella classe Italian Cup terzo posto in gara per Marco Giovannini particolarmente incisivo negli ultimi quattro giri e attuale leader in classifica generale. Ancora un undicesimo posto per Enrico Piraccini che questa volta ha forse rinunciato ad un po' di velocità in favore della regolarità. Seguono quattro nostri piloti certamente più veloci che regolari: De Ascentiis dodicesimo, Vincenzi diciassettesimo, ventunesimo Sciarrillo secondo in griglia di partenza e in gara ha realizzato una velocità di punta di oltre 251 Kmh, venticinquesimo Gregorini che, in questa classe, non sembrava molto motivato.
Vivissimi complimenti anche a Rocco Tedesco e Alberto Peruzzi nella gruppo 5 250 GP autori del miglior tempo in prova il primo con il secondo a completare la prima fila in griglia di partenza. Rocco è stato primo in gara, autore del giro più veloce e con Alberto Peruzzi ottimo secondo. Bravissimi. Con due vittorie Rocco Tedesco è leader della classifica generale. Nel gruppo 5 T che riuniva le classi TT Daniele Sasselli, questa volta su Ducati,  si classificava al quinto posto nella TT Open. Dopo essere partito undicesimo è stato autore di un bel recupero che lo ha portato all'ottavo posto nella classe di partenza. Nel gruppo 5 S che riuniva SBk 92, SS 600 e Old Open Cup ottimi piazzamenti per Diego Sciarrillo terzo nella Old Open Cup over mentre nella Under era terzo De Ascentiis con Vincenzi al quinto posto. Con questo risultato De Ascentiis è primo in classifica generale. Nella SBK 92 un veloce Marco Giovannini si piazzava al quarto posto, un più motivato Italo Gregorini al quinto con Massimo Simani sesto e Mirco Mazanti settimo. Complimenti vivissimi a tutti. A chiudere una intensa giornata motocliclistica la 4 ore endurance dove nella classe Maxi si classificava quinto il Minchions Team (ottavo in griglia di partenza) su Moto Guzzi con il nostro Andrea Fantini (Alberto Sala e Andrea Ancarani) nonostante in gara per la rottura del parastrappi e sostituzione del cerchio e del filo dell'acceleratore sono stati persi circa 16 minuti. Sesto il team Pane e Nutella sempre su Moto Guzzi con il nostro Daniele Sasselli ( Roberto Ciovacco e Nicola Maccaferro). Tantissimi complimenti a tutti.
Un rigraziamento particolare a Giorgio Burioli coordinatore del settore epoca corse e cuoco di prima scelta che ha diretto l'ospitality con il prezioso aiuto di Arianna e Letizia e a Gianfranco Antimi per la logistica.

Novafeltria 4 giugno
Una decina i piloti del motoclub che hanno partecipato a questa rievocazione storica di un circuito attivo fino alla metà degli anni cinquanta probabilmente con gare di seconda e terza categoria. Il tracciato, interamente cittadino, molto mosso con salite e discese, inframezzate da alcune chicanes di rallentamento e un tratto di pavè, è stato reso abbastanza sicuro con posizionamento di numerose balle di paglia a ridoso dei marciapiedi e delle numerose piante secolari. Divisi in classi gli oltre settanta conduttori hanno preso il via fin dalle dieci di mattina e claase per classe fino alla sosta di mezzogiorno. I ristoranti convezionati sono stati quanto di meglio la modica spesa poteva offrire. Nel pomeriggio la selezione delle classi di partenza ha avuto qualche intoppo e in pista si sono viste moto anche molto diverse che giravano insieme. Non sono mancati nepuri i sedecars per i quali si sono dovute allargare tutte le chicanes. Ottima la scelta degliorganizzatori di fare entrare in pista una bella Fiat 500 epoca che aveva la funzione di rallentamento degli spiriti più bollenti. Molto bello l'ultimo turno, un autentico mucchio selvaggio salutato con applausi dal numeroso pubblico presente. Il motoclub ringrazia tutti i soci per la loro partecipazione.

Adria 25 giugno
Un vero e proprio nubifragio o, come si dice oggi, una bomba d'acqua con relativo allagamento di una parte della pista ha messo fine, poco dopo mezzodì, al terzo meeting epoca. Solo alcune gare hanno trovato svolgimento fra le quali la 4 ore endurance disputata al savato dalle ore 20:00 alle 24:00. Il team Pane e Nutella con il nostro Sasselli fra i tre piloti e con una media di 1.29.033 era secondo in griglia di partenza: una scivolata nel giro di ricognizione metteva fine a quella che poteva essere una gara di vertice nella Maxi Classic. Anche il Minchios team con il nostro Fantini fra i tre piloti che con un crono di 1.32.657 partiva dalla tredicesima posizione non aveva fortuna: costretto al ritiro nel corso della terza ora. La prima gara della domenica riguardava il gruppo 4 dove il nostro Enzo Moretti, quinto tempo in prova senza aver disputato il primo turno, portava alla vittoria nella classe Vintage 250 la sua Maico 250. Bravissimo. Ad Enzo i vivissimo complimenti di tutto il suo motoclub. Nella Old Open Cup Alan Vitali saliva sul terzo gradino del podio nel gruppo Under, mentre Roberto Ferlini si classificava ottavo nel gruppo Over. Nella Vintage Open i nostri sei piloti hanno viaggiato in coppia nella prove; Gianni Zanoli e Roberto Marconi terzo e quarto tempo, Ghezzo e Zani tredicesimo e quattordicesimo, Colombo e Michelet diciassettesimo e diciottesimo. In gara, di Zanoli nono classificato e Marconi decimo si deve dire che hanno curato poco o punto la classifica, gas a manetta e basta. Fabio Michelet settimo classificato è stato, se si esclude il best 6 (1.6) molto regolare. Enrico Zani si è classificato ottavo, regolare ma che, causa un paio di sorpassi e relativo intruppamento, non è riuscito a ripetere lo buone performance dei primi due giri che certamente lo avrebbero proiettato più in alto in classifica. Aldo Ghezzo dodicesimo, veloce e poco regolare con un best 6 nettamente fuori media (1.9). Luca Colombo quattordicesimo con una forte discrasia fra i primi tre giri e gli ultimi tre. Poi pioggia a catinella e fine della manifestazione. Rimangano le ottime qualifiche, foriere di gare di vertice, di Alberto Peruzzi e Rocco Tedesco nella GP 250, di Stefano Giunghi sempre al primo posto in qualifica nella  2 Strokes e le discrete prove di tutti gli altri nostri piloti. Problemi tecnici hanno fermato Marco Giovannini, Massimo Simani, Sergio Pasin sempre alle prese con una Guzzi con una non perfetta messa a punto, Vittorio Giunchi che ha rischiato di perdere la ruota posteriore, Italo Gregorini allae prese con una Yamaha un tantino recalcitrante. Il gruppo 3 ha effettuato solo il primo turno con i nostri Moretti, Masini, Venturi, Lombardi. Sempre molto funzionale e frequenta la nostra piccola ospitality curata da Giorgio Burioli con il valido sostegno di Gianfranco Antimi. Si ringraziano in particolare Arianna e Letizia per i prezioso aiuto dato.

Gambettola 25 giugno
Seconda rievocazione di questo bel circuito cittadino. Presenti molti dei nostri amatori fra i quali ha dato lezioni di guida Sante the Bike. Purtroppo causa concomitanze con meeting e gare in salita ci risultano presenti  Luca Placucci, Marcello Mastini, Gabriele Ravaglia, Demis Leoni, Sante Gianesi. Molto divertimento, bagarre fra amici, rombi esagerati e una caduta senza conseguenze.












Pagina precedente: Epoca
Pagina successiva: Epoca 2016