Print This Page

Epoca 2021

Varano 23 maggio

Una partenza con qualche novità: per alcune classi di gara non più campionato ma trofeo.
Abbiamo atteso l'inoltrata primavera ma finalmente siamo partiti con le due gare di Varano de Melegari. Non tutti i nostri piloti erano pronti per il meeting: alcuni erano fermi per noie meccaniche, altri per problemi di salute. Nonostante alcune defezioni molti erano i nostri piloti presenti e per alcuni la gioia del podio non si è fatta attendere.
Zanoli Gianni ha deciso di partire nella 600 SS GR 5 classificandosi al quarto posto come risultato di un quarto e di un quinto posto nelle due gare. Una bella partenza; complimenti vivissimi. Rimanendo nel Gr 5 classe Open 2T dobbiamo registrare il primo posto di Alberto Peruzzi che nelle due gare si è classificato primo e secondo.
Passando al GR4 classe 2 Stroke una new entry come Rocco tedesco su Aprilia si è classificato al secondo posto risultante di un secondo ed un terzo posto nelle due gare. Per un pilota abituato a gareggiare nella velocità un risultato notevole cercato o mmeno che fosse.Sempre in questa gara due bellissimi quinti posto per la Suzuki di Fabio Venturi.
Nella SP 125 quattordicesimo posto finale per Roberto Bolognesi che ha portato a casa la coppa riservata al pilota che realizzava il giro perfetto; bravissimo. Bravo anche Giuliano Evangelisti che concludeva il week end con un sedicesimo posto e tanta sfortuna nella prima gara dove non era classificato.
Vintage Maxi ha visto Vittorio Giunchi ottenere un dodicesimo posto finale; la sua Honda 500 sistemata nel motore era veloce, ben settata ma la guida poco regolare e incertezze nelle staccate mostravano che la ruggine invernale non era andata via. Certamente abbiamo le carte in regola per rifarci. Nella Vintage Open un podio per il bravo e meticoloso Aldo Ghezzo che nelle due gare era  priam quinto e poi terzo. Molto bravo in una classe veramente difficile. Nella stessa gara quinto posto per Cassani Stefano con un quarto e un settimo di gara; veloce ma poco regolare.
Nel Trofeo Vintage Guzzi è tornato alle gare il simpatico Sergio Pasin che si è concesso un tredicesimo posto finale nelle due gare. Crediamo che possa essere ampiamente soddisfatto del risultato conseguito con ragionevole prudenza pur con un passo veramente veloce. Nel Trofeo Vintage Mini Emiliano Moretti con il suo Morini Corsaro è stato primo con un primo ed un secondo nelle due gare avvalorate anche da un giro perfetto. In buona sostanza velocità e regolarità. Dire che è bravo è poco.
Tanti complimenti a tutti dal direttore sportivo e dal presidente del moto club Paolo Tordi.

Campionato italiano velocità salita
Scriviamo queste brevi note con un non colpevole ritardo. Difficoltà a reperire le classifiche ufficiali e problemi tecnici hanno ritardato il nostro consueto appuntamento. Già tre gare sono state disputate per cui le tratteremo insieme. Ringrazio Alberto Bricchi, ottimo pilota che mi ragguaglia sugli eventi. Il 30 maggio Passo dello Spino e vittoria stagionale per il simpatico e bravo Sergio Pasin che ne GR 4 Vintage  porta la sua Guzzi al primo posto. Nella classe Open terzo posto per Alberto Bricchi  che frequenta anche il GR 5 TT sport dove conclude all'ottavo posto. Causa accumulo di ritardi  la seconda manches non sarà disputata. Il secondo appuntamento è a Isola del Liri il 27 giugno e Sergio Pasin è questa volta secondo come secondo è anche Alberto Bricchi nella sua classe di GR4. Nella TT sport porta la sua bellissima Suzuki al settimo posto. Anche in questo caso la seconda manches non si è svolta. Comprensibilmete arrabbiato Bricchi promette, per protesta verso gli organizzatori, di non presentarsi a Gragnana il primo agosto per la terza prova. Promessa mantenuta. Certo sobbarcarsi lunghe trasferte con tutti i disaggi che esse comportano, pagare le dovute iscrizioni e poi fare solo metà meeting si può accettare una volta, con due Alberto ha ritenuto che la misura fosse colma. Le gare in salita con le modalità con cui debbono essere svolte possono portare a questi accadimenti. Speriamo che la sitazione non abbia a ripetersi; in ogni caso, pazienza se non è possibile fare meglio. A Gragnana non è mancato invece Sergio Pasin che nelle due manches ha tagliato il traguardo in seconda posizione. Complimenti ad entranbi i nostri portacolori ed un arrivederci a Spoleto.

Campionato salita 12 settembre; Volterra
Finalmente qualcosa si è mosso sul piano organizzativo merito del direttore di gara che ha trovato una bella soluzione al problema: prima tutti i piloti su e poi tutti giù. Ora i piloti possono passare qualche tempo senza la tuta addosso con grandi benefici fisici e con la possibilità di utilizzare al meglio i tempi morti. Bravissimo Sergio Pasin che ha terminato le due manches al primo e secondo posto scambiandosi i ruoli con il suo avversario primcipale: per entrambi 45 punti e quindi sul piano della classifica generale tutto rimane come prima ma a Monzuno possiamo farcela. Molto bene anche per Alberto Bricchi che termina le due manches con due terzi posti. Il suo tempo di riferimento è sempre troppo alto rispetto a quello che poi realizza in gara. Anche se prova a rallentare il ritmo i suoi tempi sono sempre troppo bassi. La regolarità per Alberto che ha nel sangue la velocità è più difficile che mai. Un podio nella classifica finale è comunque sempre alla portata ma via e gas aperto non è forse la strategia giusta per puntare al vertice. Arrivederci a Monzuno.
PS: Da una revisione della classifica di gara 1 di Volterra ad Alberto Bricchi è stato assegnato il secondo posto. Bene, onore al merito e alla verità. Passiamo immaginare la gioia di Alberto che già in cuor suo sapeva della sua posizione.


Spoleto 21/22 Agosto
Doppio appuntamento sotto un caldo infernale. La tipologia delle gare in salita costringe i piloti ad indossare la tuta al mattino per toglierla solo alla sera alla fine di una giornate di prove o di gara. Una vera tortura inimmaginabile per coloro che sono estranei a questa esperienza. Quindi un doveroso omaggio ed un incoraggiamento ad Alberto Bricchi e Sergio Pasin che, per pura passione, si sottopongono a simili prove. Tanta fatica ha però portato anche ottimi risultati di gara: Sergio nelle quattro salite è stato primo e terzo classificato al sabato per poi classificarsi due volte terzo nelle prove della domenica. Attualmente nella classifica generale del GR 4 Vintage occupa il secondo posto. Alberto è stato quarto e primo classificato nelle gare del sabato  per poi concludere le gare della domenica con due terzi posti. Nel GR 4 Open  è al quarto posto e con due gare ancora da disputare i giochi sono aperti. Certo il non aver partecipato alle gare di Gragnano pesa in classifica. Ai nostri portacolori i saluti del Presidente, del direttore sportivo e del Direttivo. Bravissimi.

Vallelunga
La nostra pattuglia epoca è sempre presente anche se con qualche defezione sostanzialmente per motivi tecnici. Dopo tre gare il campionato è del tutto aperto. Partendo dal gruppo 4 classe 2 Strokes Fabio Venturi non è classificato come non partiro risulta anche Rocco Tedesco tuttora quinto in classifica generale come rimane nono Fabio Venturi, Nella classe 125 SP Roberto Bolognesi ha portato la sua agiva al 12° posto mentre Evangelisti non ha preso il via. Nel Trofeo Guzzi non classificato  il bravo Sergio Pasin. Nel trofeo Vintage Mini Emiliano Moretti, pur non della partita, conserva il secondo posto nella generale. Nella Vintage Maxi abbiamo visto un Vittorio Giunchi non in linea con le sue precedenti prestazioni; ha tempo e spazio per risalire la classifica. Ottimo sesto posto per Aldo Ghezzo sempre più a suo agio con la nuova moto. In classifica generale è quarto con Stefano Cassani settimo. Nel Gr 5 classe Open 2T ottimo secondo posto per Alberto Peruzzi che occupa la senda piazza in classiifca generale. Nella classe 600 SS settimo posto per il veloce Gianni Zanoli che con questo piazzamento è quarto in classiifca generale.
Arrivederci a Magione

Magione 28/29 agosto
Un meeting epoca caratterizzato da meteo incerto che si è trasformato in pioggia battente nelle ore centrali del sabato condizionando non poco le prestazioni dei piloti coinvolti. Le prove del venerdì si sono svolte col ben tempo e tracciato in ottime condizioni. Fabio Venturi nella 2 Strokes ha segnato il miglior tempo in prova mentre nella Vintage open Aldo Ghezzo è stato quinto. La pioggia battente e un fastidioso vento nelle ore centrali del sabato hanno convinto alcuni piloti  a non prendere il via.
Nel GR 5, SBK 96 e SS 600 rispettivamente Italo Gregorini e Gianni Zanoli hanno concluso gara 2 con un settimo e un sesto posto. Un week end non troppo fortunato per Gianni che per problemi tecnici ha dovuto rinunciare ad un turno di prove libere. Gli avversari sono molto forti ma una maggiore tranquillità avrebbe giovato. Nella Open  2 T gare sfortunate per Rocco Tedesco e Alberto Peruzzi che, non partiti in gara 1, si sono ritirati in gara 2. Nella Vintage Maxi gara magistale,sotto pioggia battente, di Vittorio Giunchi che, partito dalle ultime posizioni dello schieramento, ha iniziato, fin dalle prime battute a macinare avversari su avversari. Una decina i piloti superati, qualche rischio certamente, ma anche tanta soddisfazione. Mai lo avevamo visto così determinato e veloce. Ha concluso la gara al settimo posto. Meritava certamente di più di quello che la classifica regolarità gli ha assegnato. Partito con meno convinzione in gara 2 ha terminato decimo. Nella Vintage Open bella gara di Aldo Ghezzo sempre più a suo agio sulla sua R 6 Sempre in testa in gara 1, battuto solo sulla linea del traguardo. Quando ci si impegna per la soddisfazione di primeggiare la classifica regolarità ne risente. Sarà ottavo in gara 1 e quinto in gara 2. Comunque molto bravo. è stato in grado di girare sul piede del 1.22. Notevole. Nella classe 2 Strokes Fabio Venturi si è presentato con un biglietto da visita in cui era scritto miglior tempèo in prova. In gara 1 è stato al comando per oltre metà gara quando una piccola incertezza lo ha trasformato da in seguito in inseguitore. Quando ormai aveva raggiunto l'avverario per riprendersi il primato un doppiato gli faceva perdere il contatto. Di nuovo all'inseguimemto e solo nel corso dell'ultimo giro aveva ragione dell'avversario. Purtroppo la classifica regolarità diceva quarto posto. Sarà poi settimo in gara 2. Complimenti per quello che ha fatto vedere. Nella 125 SP il simpatico e regolare Roberto Bolognesi portava la sua Cagiva all'undicesimo e decimo posto. Bravo. Bravisimo anche Emiliano Moretti  che nella Vintage Mini concludeva al secondo posto gara 1  e al sesto gara 2. Bravo anche come meccanico. Rotto il motore della sua Corsaro nelle prove del savato, sotto la pioggia sostituiva il motore e si presentava regolarmente al via. Nonostante abbia saltato la gara di Vallelunga è secondo in classifica generale. Un saluto a tutti e un arrivederci per la prova finale di Misano.

Pagina precedente: Epoca
Pagina successiva: Epoca 2020