Vallelunga 18/19 luglio 2020

Finalmente, dopo le incertezze legate alla pandemia, finalmente anche i meeting epoca sono partiti con la doppia gara di Vallelunga. Oltre duecento le adesioni, un programma impegnativo che prevedeva, oltre le prove del venerdì, una gara al sabato e una alla domenica. Prima di passare al breve resoconto delle due giornate, vogliamo rivolgere un saluto e un augurio di pronta guarigione all'amico Sergio Pasin con la speranza di rivederlo presto in pista con la simpatia e la bella disposizione d'animo che sempre lo ha distinto; ti aspettiamo.
Come da prassi alcune classi sono state accorpate mettendo insieme moto con prestazioni talvolta abbastanza differenti, questo spiegala differenza fra le risultanze delle prove e quelle della gara. Nella gruppo 5 Open 2T due gare con risultati identici: due secondi posti per Alberto Peruzzi (Aprilia 250) e due terzi posti per Rocco Tedesco (Aprilia 250). Nella SBK 92 due quarti posti per l'inossidabile Italo Gregorini. Passando al gruppo 4 Vintage Maxi e Trofeo Guzzi la griglia vedeva Servadei Stefano al decimo posto con Giunchi Vittotio all'undicesimo e Sergio Pasin al quindicesimo. In gara 1 Servadei e Pasin erano costretti al ritiro: Servadei per problemi tecnici, Pasin per più seri problemi. Ottimo sesto posto per Vittorio Giunchi richiamato dai commissari per l'eccessivo rumore che usciva dai megafoni della sua Honda 500. In gara 2  Vuittorio si aggiudicava la coppa per il terzo posto con Servadei ottimo quinto nel trofeo Guzzi (Guzzi 750). Nella classe Open prima , seconda e quarta fila per i nostri Gianni Zanoli, Roberto Marconi e Aldo Ghezzo che, lasciato il suo Suzuki GSX 750, portava in gara una Yamaha R6. In gara 1 classifica regolarità quarto era Zanoli cui andava alche la coppa del giro perfetto, ottavo Marconi e tredicesimo Ghezzo. In gara 2 sempre classifica regolarità, Marconi, Ghezzo e Zanoli finivano nell'ordine al 12°, 13° e 14° posto. Nella 2 Strokes - 125 SP in griglia secondo posto per Fabio Venturi Suzuki 250, nono posto per Delorenzi su Aprilia 125 e ventesimo posto per Roberto Bolognesi su Cagiva 125. In gara 1 settimo posto per Bolognesi con nono Delorenzi mentre decomo finiva Venturi autore del secon do miglior tempo di riferimento con gli ultimi tre giri molto discostanti. In gara 2 ancora settimo Bolognesi con Delorenzi sesto. Settimo Venturi nella 2 Strokes che aveva il miglior tempo di riferimento ma gli ultimi giri erano del tutto fuori linea.
Tutto sommato una buona prestazione complessiva.
Arrivederci a Magione.

Campionato italiano salita

Finalmente partiti con la doppia gara di Spoleto - Forca di Cerro (22/23 agosto). Notevole prestazione del nostro Alberto Bricchi in sella alla sua Ducati 904. Iscritto nel GR 4 classe Open nelle due gare del primo turno finiva terzo in gara 1 e secondo in gara 2. Toltasi di dosso un tantino di ruggine invernale nella prima gara del secondo turno sbaragliava gli avversari e tagliava il traguardio in prima posizione. Ad Alberto i complimenti del presidente e del direttore sportivo per la bella prestazione.

Magione 12/13 settembre

Secondo dopio appuntamento per le moto epoca e belle prestazioni e coppe per i nostri piloti del settore Nel GR 5 TT 2 tempi gareggiava per la prima volta in questa classe il nostro Fabio Venturi  che concludeva le due gare rispettivamente al settimo ed ottavo posto con la soddisfazione di vedere la sua Suzuki ai vertici nella velocità di punta. Ancora qualche particolare per affinare la guida e la messa apunto per puntare ai gradini alti della classifiche di gara. Ancora nel GR 5 classe SBK 92 due ottimi sesti posti per Italo Gregorini. Nella classe Open 2 T ottime performance di Alberto Peruzzi e Rocco Tedesco rispettivamente secondo e terzo in gara 1 e primo e secondo in gara 2. Passando al GR 4 classe Vintage mini ottima la performance di Emiliano Moretti che portava, con precisione e determinazione di guida, la sua Morini Corsaro 125 al terzo posto. Ancora migliore la sua prestazioone in gara 2 dove si aggiudicava il primo posto avvalorato anche dal giro perfetto. Nella SP 125 Roberto Bolognesi, in una classe in cui erano presenti moto con prestazioni molto diversificate, era nono e decimo nelle due gare. Nella Vintage maxi Vittorio Giunghi era quinto in gara 1 con la convinzione di aver commesso qualche errore che prontamente azzerava in gara 2  con un ottimo secondo posto. Bravo. Nella Vintage Guzzi Stefano Servadei con la sua Guzzi 750 era primo in gara 1 con la soddisfazione del giro perfetto. Ancora a punti in gara 2 dove concludeva con un sesto posto. Nella Vintage Open fin dalle qualifiche i nostri hanno segnato tempi di rilievo: terzo Marconi, quinto Zanoli, sesto Balzani con una moto che poi per tutta la manifestazione ha accusato qualche problema irrisolti nonostante l'attenzione posta al problema dall'amico Zanoli in veste di meccanico, nono Ghezzo alla sua seconda uscita con la sua Yamaha 600, più indietro Michelet. Netto balzo in avanti nel secondo turno di qualifiche: quarto Zanoli, quinto Balzani, settimo Ghezzo ancora più a suo agio con la nuova moto e ancora migliorata la posizione in griglia di Michelet. Come in più occasioni ribadito in questa classe i nostri sono poco attenti alla regolarità: pronti via e gas a manetta. In Gara 1 sotto la bandiera a scacchi transitava per primo Gianni Zanoli dopo una bella lotta con un avversario di cui aveva ragione nelle curve finali. Comunque sotto la bandiera a scacchi erano tutti nelle top ten. La classifica ufficiale della regolarità diceva sesto Zanoli, settimo Ghezzo, sedicesimo Michelet, diciannovesimo Balzani. In gara due quasi lostesso copione con Zanoli questa volta secondo, per una ingenuità, sotto la bandiera a scacchi con tutti in nostri nelle prime posizioni con quinto Balzani e settimo Ghezzo. Nella regolarità decimo era Ghezzo, tredicesimo Balzani con irrisolti problemi alla moto, sedicesimo Michelet e diciassettesimo Zanoli. Dopo la bella prestazione in prova tradito dalla foga e dalle gomme ancora fredde Marconi scivolava in curva nelle primissime fasi compromettendo la sua gara. Nulla di grave per lui e lievi danni alla moto. Peccato, era veloce e poteva certamente aspirare alle prime posizioni. In sostanza un week- end di gare che si sono concluse con ottimi risultati per la nostra squadra corse. Un ringraziamento a tutti per aver portato il nome di Paolo Tordi in alto sul podio. Arrivederci a Misano Adriatico. Nella foto Emiliano Moretti.











































Passo dello Spino 26/27 settembre
Campionato italiano salita
Due prove di questa classica del campionato nazionale salita e due piloti della nostra squadra corse che hanno ben figurato con vittorie e piazzamenti di manches. Bravissimo Alberto Bricchi che con la sua Ducati 1000 bicilindrica  nella classe GR 4 Open ha colto una vittoria (sotto una pioggia battente che sembrava un diluvio universale), due secondi posti e un terzo posto nella manches di apertura del sabato. Ad una gara dalla fine è attualmente secondo in classifica generale. Altrettanto bravo Mirco Balzoni che nella Crono Climber classe 600 super open otteneva una vittorianella seconda manches del sabato, un secondo posto nella prima manches e un terzo nella prima manches della domenica. A voi giungano i complimenti del presidente e del direttore sportivo del vostro moto club.